NEWS
2015
(AGIELLE) - Aler: Lunedì presidio dei lavoratori davanti alla sede aziendale
21/05/2015

(AGIELLE) - Milano - Lunedì prossimo presidio per tutta la mattina dei lavoratori dell’Aler davanti alla sede di viale Romagna 26 a Milano.  La protesta, condivisa da Cgil, Cisl e Uil riguarda i tagli al personale e la riorganizzazione dell’azienda regionale. I sindacati ricordano anche alla Regione che Aler “assolve ad una funzione sociale e che i lavoratori non sono responsabili delle scelte gestionali dell’azienda”. - (agiellenews.it)
 

LA NASCITA DELLA FIRST. FURLAN: UNA NUOVA, GRANDE CATEGORIA DELLA CISL PER INCIDERE DI PIÙ NEL SETTORE DEL CREDITO
25/05/2015

Nasce la First, la nuova federazione del credito che riunisce due grandi organizzazioni Fiba-Cisl e Dircredito in rappresentanza delle diverse aree professionali di banche, assicurazioni, riscossioni ed authorities, con circa 100 mila iscritti. "E' una nuova, grande categoria, con cui la Cisl si rafforza: bisogna essere più rappresentativi per incidere di più sul cambiamento", ha sottolineato il segretario generale della Cisl, Annamaria Furlan alla presentazione ufficiale tenutasi a Roma.

 

"Non serve un sindacato unico. Noi siamo per un sindacato pluralista e nel frattempo facciamo grande la Cisl con l'allargamento della rappresentanza nel settore del credito-finanza". Così il sSegretario generale della Cisl, Annamaria Furlan, ha battezzato oggi la neonata First-Cisl, la federazione che riunisce le due organizzazioni Fiba-Cisl e Dircredito in rappresentanza delle diverse aree professionali di banche, assicurazioni, riscossioni ed authorities con circa 100 mila iscritti. "E' una nuova grande categoria, con cui la Cisl si rafforza: bisogna essere più rappresentativi per incidere di più sul cambiamento. Il settore bancario va profondamente riformato. Occorre riscoprire il ruolo sociale del credito e dare così un contributo alla crescita dell'economia reale del paese" ha aggiunto la Furlan. "Bisogna recuperare il ruolo perso in questi anni dalle banche che hanno preferito svolgere funzioni diverse. Ci vuole una politica della finanza più equa e più giusta, per sperare di uscire dalla crisi". Furlan ha sottolineato che il problema delle aziende italiane non è il costo del lavoro, ma la produttività del lavoro. Solo attraverso la produttività si rendono più competitive le aziende, qualificando e responsabilizzando i lavoratori. Questa è la produttività che noi vogliamo. Ci vuole l'impegno di tutti per rendere la produttività del sistema - paese la vera chiave di volta dello sviluppo. Bisogna investire in infrastrutture, innovazione, ricerca. Le aziende chiedono certezza di legalità, lotta alla corruzione negli appalti pubblici, una seria politica di sviluppo. E' nel momento della crisi che si deve mettere al centro della discussione la produttività. Ecco perchè per noi è urgente e importante che si definisca il nuovo modello contrattuale rafforzando il secondo livello contrattuale (territoriale o aziendale) per quanto riguarda la produttività. Bisogna partire da lì per rendere più competitive le imprese e più pesanti le buste paga dei lavoratori. Non vogliamo che il governo legiferi sui contratti, ma sono le parti sociali che devono assumersi la responsabilità. Stiamo discutendone informalmente con Cgil e Uil su come affrontare il tema del modello contrattuale che è scaduto e deve essere rivisitato e riorganizzato. Noi non vogliamo che il governo legiferi sui contratti. Questa è una materia che appartiene alle parti sociali. Questi non sono i momenti di prendersela comoda. Sono i momenti in cui dobbiamo andare avanti, come abbiamo fatto con l'accordo sulla rappresentanza sindacale che misurerà azienda per azienda chi rappresenta chi. Non serve una legge basta applicare e far rispettare quell'accordo. Per essere unitari bisogna condividere obiettivi, strumenti e percorsi. Quando gli obiettivi non sono chiari anche l'azione unitaria del sindacato diventa inutile".

LAVORO - Microsoft e Gi Group cercano e formano
05/05/2015

Microsoft fa squadra con Face4Job e Gi Group per sostenere la dinamicità del mercato del lavoro in Italia e facilitare l’incontro tra domanda e offerta di expertise tecnologiche a supporto della crescita del settore ICT e dell’innovazione del nostro Paese. In uno scenario in cui, nonostante i segnali di miglioramento, il tasso di disoccupazione italiano resta ancora significativo, Microsoft dà forma al progetto skills4you annunciando una partnership strategica con Face4Job e Gi Group in modo da semplificare il processo di recruitment di figure specializzate e l’inserimento presso il proprio ecosistema di oltre 9.000 Partner che sul territorio italiano fanno parte del Microsoft Partner Network. In particolare l’iniziativa intende offrire aiuto agli operatori ICT per le nuove assunzioni e contribuire alla formazione per l’upskilling delle figure professionali già attive presso i Partner.

 

Recruiting e formazione rappresentano i pilastri di questo progetto che si compone di 3 elementi: un portale per migliorare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro realizzato in collaborazione con Face4Job, una Academy per neolaureati organizzata con Gi Group e una Virtual Academy realizzata da Microsoft per la formazione delle risorse già operative presso i Partner. Scopo del progetto: aiutare le realtà italiane dell’ICT a crescere dotandosi delle expertise necessarie per cogliere le opportunità di business legate ai nuovi trend tecnologici, ma soprattutto riqualificare la filiera ICT per offrire alle aziende italiane interfacce in grado di guidarle nel proprio processo di innovazione.

 

RECRUITING

 

Un portale a supporto dell’incontro tra domanda e offerta di lavoro con un nuovo canale dedicato all’ICT

Leva importante del progetto la partnership con Face4Job, piattaforma social di incontro tra domanda e offerta di lavoro, che insieme a Microsoft ha dato vita al canale skills4you dedicato alle opportunità più interessanti del mondo ICT, su cui Microsoft e i Partner possono cercare i migliori talenti pubblicando le proprie offerte e su cui i candidati possono inserire CV e video-candidature, gratuitamente e senza intermediazione. L’algoritmo di matching di Face4Job garantirà l'incrocio ideale tra aziende e candidati in linea con le competenze richieste.

Del resto l’esperienza di Face4Job, che, in virtù dei quasi 170.000 incroci realizzati nella sola ultima settimana può essere considerato un interessante barometro del mondo del lavoro, mostra che il fenomeno del mismatching, ovvero del gap tra la richiesta di skill specifiche da parte delle aziende e la disponibilità delle stesse tra i candidati, è tipico del mercato ICT e abbastanza diffuso su tutto il territorio italiano con una media del 13% (quasi il doppio rispetto alla media del resto del mondo pari al 7%) e con percentuali che variano dal 4% della Liguria al 53% del Lazio. A dispetto quindi delle grandi opportunità di impiego offerte dal settore ICT esiste uno “skill deficit” che occorre colmare e in questa direzione si muove l’iniziativa skills4you: al momento sono già saliti a bordo circa 50 Partner di Microsoft, ma nei prossimi mesi il canale verrà arricchito da molteplici altri soggetti per diventare un vero e proprio hub HR per la ricerca di professionalità ICT.  

 

FORMAZIONE

 

Un’academy per i neolaurati e modalità facilitate d’inserimento in azienda

Oltre alla semplificazione del recruiting, altro elemento fondamentale del progetto skills4you è la facilitazione dell’inserimento in azienda per i neolaureati con l’obiettivo di colmare il gap culturale tra il mondo accademico e quello del lavoro. Grazie alla partnership con Gi Group nei prossimi mesi, Microsoft darà vita alla Microsoft Academy, rivolta a neolaureati che avranno modo di acquisire skill importanti sulle nuove tecnologie e certificazioni utili ad allineare il proprio profilo con le richieste del mondo del lavoro in modo da risultare più appealing per le imprese ICT e poi essere inseriti direttamente in azienda grazie a modalità innovative offerte da Gi Group ai partner Microsoft.

 

Training per giovani e professionisti del settore ICT

Oltre a fare sistema con Face4Job e Gi Group per semplificare non solo il matching tra domanda e offerta di figure ICT, ma anche il loro accesso e percorso all’interno del mondo del lavoro, Microsoft metterà a disposizione il proprio know-how sui nuovi trend tecnologici, erogando formazione in linea con le esigenze del mercato, proprio con l’obiettivo di ridurre lo “skill shortage”. Attraverso i corsi online di Microsoft Virtual Academy e il programma rivolto a studenti, neolaureati e professionisti, sarà possibile acquisire skill importanti sulle nuove tecnologie e restare sempre aggiornati in una logica di life-long learning.   

BASTA POLEMICHE, NO AL FALLIMENTO, REVOCA DEI LICENZIAMENTI, SALVIAMO LA FRANCO TOSI
12/05/2015

Abbiamo sempre ragionato dentro il contesto delle cose possibili e delle soluzioni migliori per tutelare i lavoratori, senza mai nascondere gli evidenti problemi che avevamo e abbiamo davanti.

 

Ci siamo sforzati di costruire soluzioni ai problemi, nei fatti (un’ipotesi condivisa di accordo è un fatto) oltre che a parole, l’ipotesi di accordo sottoscritta il 24 aprile scorso è, con qualche chiarimento, il “nuovo” accordo.

 

Alla Fiom chiediamo di non continuare sulla strada della divisione, in queste situazioni si vince se salviamo la Tosi e l'occupazione altrimenti la sconfitta, per quanto gloriosa, sarà per tutti.

 

SALVIAMO LA TOSI e poi, se necessario, facciamo polemiche, noi preferiamo utilizzare le nostre energie per provare a risolvere, auspichiamo UN SINDACATO CAPACE DI RISOLVERE.

 

Saremo utili e credibili agli occhi dei lavoratori e dell’intera comunità se riusciremo a salvare la Franco Tosi, se la manterremo in vita, se riusciremo a salvare tutti i posti di lavoro.

 

Invitiamo la Fiom ad unirsi a noi RESPONSABILMENTE, non è il momento di individuare colpevoli inesistenti ma è il momento del coraggio nell'accettare le sfide. Poi, nel tempo, se la Franco Tosi dovesse davvero riuscire a rinascere dalle sue ceneri, a fronte di commesse e carichi di lavoro crescenti, al consolidarsi di un percorso di rinascita, potremo proseguire insieme il percorso di tutela dei diritti dei lavoratori.

 

Il fallimento è un rischio concreto, e ce lo hanno ricordato in ultimo il Giudice Delegato ed il Ministero dello Sviluppo Economico, anche se tutti convengono sulla necessità di evitarlo. L’unica possibilità di scongiurarlo è il raggiungimento di un accordo che consenta il perfezionamento della cessione della Franco Tosi alla Bruno Presezzi SpA.

 

Abbiamo chiesto la revoca dei licenziamenti e ci è stato risposto che questa possibilità è subordinata al raggiungimento di un accordo che renda possibile la cessione.

 

Non possiamo accettare 351 licenziamenti.

 

Presezzi ci fa sapere per lettera di non avere più argomenti di trattativa e ci chiede di confermare la disponibilità ad un accordo entro il 20 maggio prossimo.

 

Abbiamo ottenuto quanto era possibile e, certamente, più di quanto Presezzi fosse inizialmente disponibile a concedere. E abbiamo ottenuto risposte occupazionali per tutti i lavoratori. Che è la cosa più importante.

 

Auspichiamo che possa esserci una collettiva assunzione di responsabilità da parte di tutte le organizzazioni sindacali, delle rappresentanze sindacali aziendali e di tutti i lavoratori direttamente interessati.


 
Il fallimento non è un esito accettabile, un accordo è possibile e non ha alternative.

 

Questa è la strada migliore per la tutela dei lavoratori.

 

FIM CISL Lombardia                                                          FIM CISL Milano Metropoli   

 

(AGIELLE) - Furlan (Cisl): Buona scuola è quella che fa comunità
05/05/2015

(AGIELLE) - Milano – Il segretario generale della Cisl, Annamaria Furlan partecipa oggi a Milano alla manifestazione degli insegnanti contro la riforma del Governo: "La 'buona scuola' è quella che fa comunità e non quella che ha un uomo solo che decide, quindi il preside".  La Furlan critica il disegno di legge, ma si dice "disponibile al confronto con il governo". "Con il disegno di legge - dice il segretario della Cisl - si rischia di far incominciare l'anno scolastico senza aver realizzato le assunzioni. C'è bisogno di un decreto che velocizzi i tempi per assumere i tanti precari della scuola". "Noi siamo pronti al confronto per costruire una riforma che sia veramente efficace e che guardi ai giovani". - (agiellenews.it)

(AGIELLE) - Galvagni (Cisl): No al “salario di asilo” di Alfano, per lavoratori salario da contratto
08/05/2015

(AGIELLE) - Milano - “Confusione tra lavoro e solidarietà, questo è il risultato della circolare del Viminale, caldeggiata dal ministro Alfano, per impiegare i richiedenti asilo nel le attività “socialmente utili””, così il segretario della Cisl milanese Danilo Galvagni. “ Abbiamo già rischiato, col piccolo grande esercito dei volontari per Expo, di fare una gran confusione, ora ci si mette anche il Governo. Le attività di servizio, pulizia, raccolta rifiuti, manutenzioni di vario genere, sono parte integrante delle attività da remunerare secondo contratto, in qualsiasi contesto urbano o manifestazione. Se si vuole dare un “salario minimo d’asilo”, per evitare i costi dell’accoglienza, la strada più logica è ancora quella comunitaria. Cosa c’entra il mercato del lavoro italiano, già in grave sofferenza? Così, oltre ad inutile speranze, si alimenta la diffusione selvaggia di trattamenti che hanno molto poco di contrattuale", conclude Galvagni. - (agiellenews.it)

ALLA FABBRICA DEL VAPORE FESTA DELLA MAMMA IN LIBRI
04/05/2015

Domenica 10 maggio, in occasione della Festa Della Mamma, l’associazione culturale Destinazione Libri e l’Accademia del gioco dimenticato vi aspettano per festeggiare l’arrivo della primavera presso la Fabbrica del Vapore in Via Procaccini 4, Milano. All’interno dell’evento ci sarà la presentazione dell’associazione  meta educazione, la presentazione del libro Newton contro Dio di Alessandro Dolce e, per tutta la durata dell’evento, si svolgeranno laboratori a cura di Creactive Hands che, per hobby,  creano tantissimi oggetti con carta da riciclo, cotone, lana e tessuti.

L’Accademia del Gioco dimenticato, fondata da Giorgio Reali, è uno di quei posti dove anche i più piccoli possono giocare e dove ogni bambino può imparare ad usare tutti i materiali di riciclo per creare giochi divertenti ed originali. Negli ultimi mesi Giorgio Reali si sta avvalendo della collaborazione dell’associazione culturale Destinazione Libri con la quale è stato possibile ristrutturare la sala ed iniziare a creare un calendario di eventi (feste di compleanno, laboratori, presentazioni di libri, ecc…) dando la possibilità a grandi e piccoli di diventare loro stessi protagonisti.

L’evento, con ingresso gratuito, si svolgerà dalle 10:00 alle 19:00.

Per tutte le mamme ci sarà un piccolo regalino.

Per il programma potete consultare il sito:

www.destinazionelibri.com

pagina fb : https://www.facebook.com/pages/Accademia-del-gioco-dimenticato-e-Destinazione-Libri/457364361068875?fref=ts

SCIOPERO SCUOLA: DOMANI A MILANO ANNAMARIA FURLAN
04/05/2015

Sciopero unitario della scuola - A Milano manifestazione del Nord. prosegue la mobilitazione contro il disegno di legge “Buona Scuola” presentato dal governo.

 

La scuola torna scioperare in modo compatto. Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Gilda-Unams e Snals-Confsal scendono in piazza per protestare contro il disegno di legge “Buona Scuola” presentato dal governo. A Milano si tiene la manifestazione del personale della scuola delle regioni del Nord: Lombardia, Piemonte, Valle d'Aosta, Liguria, Veneto, Trentino, Fiuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna.

 

La piazza dell'Arco della Pace a Milano sarà l'arrivo della manifestazione che partirà da piazza della Repubblica. Al comizio interviene Francesco Scrima, segretario generale Cisl Scuola. Partecipa alla manifestazione anche il segretario generale della Cisl, Annamaria Furlan.

(AGIELLE) - Furlan (Cisl): Il Governo non sottovaluti protesta insegnanti
05/05/2015

(AGIELLE) - Roma - "Il Governo farebbe bene a non sottovalutare lo sciopero di tutto il personale della scuola di domani, aprendo una discussione seria con il sindacato per modificare profondamente la riforma della scuola". E' quanto sottolinea il Segretario Generale della Cisl, Annamaria Furlan in occasione dello sciopero che fermerà la scuola italiana. La Furlan che parteciperà domani alla manifestazione indetta dai sindacati della scuola a Milano aggiunge: "Noi siamo i primi a voler cambiare la scuola e siamo pronti a discutere con grande senso di responsabilità. Ma il processo di riforma è stato portato avanti dal Governo senza un vero progetto culturale, con tanta superficialità ed improvvisazione, senza conoscere la scuola reale e coinvolgere i diretti protagonisti che sono in primo luogo gli insegnanti, il personale scolastico e chi li rappresenta sul piano sindacale. Non è stata finora una bella pagina di democrazia. Nella riforma del Governo si stanno violando i principi costituzionali che ispirano il sistema scolastico pubblico fondato sulla collegialità, sulla partecipazione e sul pluralismo delle scelte didattiche. Non possiamo trasferire i principi della concorrenzialità nella scuola, dove i docenti saranno premiati dai presidi con criteri a dir poco discrezionali. Si vuole passare dalla scuola della partecipazione a quella di un merito solo apparente. Ma questa non è la buona scuola che rischia al contrario di diventare una sorta di giungla, dove si assegnano ai dirigenti scolastici dei poteri abnormi ed impropri che nulla hanno a che vedere con una sana riforma della scuola. Non è solo un problema rivendicativo legato al rispetto dei contratti e delle prerogative sindacali. Qui si stanno illudendo migliaia di insegnanti con ripetuti annunci astratti di assunzioni, mortificando migliaia di precari che attendono dopo tanti di sacrifici la giusta stabilizzazione. La scuola è un tema delicato, non può diventare un terreno di propaganda. Rinnoviamo il nostro appello al Governo ed al Parlamento perchè affrontino con competenza ed apertura al dialogo temi così importanti. La scuola appartiene al paese e necessita del massimo di condivisione politica e sociale". - (agiellenews.it)

AL SOLE 24 ORE ARRIVA LA BANCA DATI DEI GIUSLAVORATORI
05/05/2015

Dopo il successo riscosso con l’innovativa banca dati PlusPlus24 Fisco, lanciata lo scorso novembre, il Gruppo 24 ORE prosegue la sua strategia multimediale e arricchisce la sua offerta per i professionisti e in particolare per chi si occupa di lavoro: è on line da oggi PlusPlus24 Lavoro, una nuova banca dati che semplifica l’attività di consulenti del lavoro, giuslavoristi, direttori del personale e di tutti coloro che devono ogni giorno confrontarsi con le norme, la giurisprudenza e la prassi fornendo tutto ciò che serve, nel minor tempo possibile e con la massima semplicità d’uso.

PlusPlus24 Lavoro riunisce in un sistema integrato altamente innovativo tutte le fonti e l’ampia offerta del Gruppo 24 ORE in materia di diritto del lavoro e amministrazione del personale: un solo ambiente che raccoglie Il Sole 24 Ore, i suoi quotidiani digitali specializzati in materia di lavoro, di fisco e di diritto (Quotidiano del Fisco, Quotidiano del Diritto e naturalmente Quotidiano del Lavoro), l’Esperto Risponde, gli approfondimenti di Guida al Lavoro e degli altri periodici, il Sistema Frizzera, la contrattazione collettiva e tutte le fonti ufficiali, i tools operativi.

Cuore di PlusPlus24 Lavoro è il motore di ricerca che garantisce risultati mirati e tempi di risposta ridotti, consentendo un’esperienza d’uso semplice ed efficace e garantendo un’elevata pertinenza dei risultati, nonché rapidità e facilità nella consultazione.

 

Galvagni (Cisl): Madonnina, sentimenti da cristiano, ora pensiamo a chi non ce la fa a nutrirsi
05/05/2015

(AGIELLE) - Milano - Danilo Galvagni, che aveva sollevato delle perplessità sulla collocazione della Madonnina nell’Expo, risponde a monsignor Borgonovo, smorzando le polemiche: “Caro monsignore, ho posto un problema che intimamente, da cristiano, sentivo. Ora basta polemiche ma all’ombra della Madonnina incominciamo a discutere dei temi che tanto ci stanno a cuore e che non devono passare in secondo piano nel grande luna park dell’Expo: non di solo pane, per nutrire il pianeta, a partire da chi non ce la fa”.

Monsignor Borgonovo aveva replicato alle considerazioni del segretario della Cisl in modo polemico: "Direi che l'intervento della Cisl è completamente fuori luogo. Rimango davvero stupito soprattutto della tonalità usata per dare un parere personale, che ha tutto il diritto di esserci, ma che non andrebbe confuso con i dati oggettivi. Il signor Galvagni forse non ha presente gli sforzi fatti per arrivare a questa collo cazione della Madonnina in Expo, né la storia pregressa, né il poco tempo che avevamo a disposizione per realizzare un padiglione adeguato".  Collocazione "più che soddisfacente. Ho visto con i miei occhi passare centinaia di persone facendosi il segno della Croce. Ciò vuol dire che abbiamo colto nel segno". - (agiellenews.it)
 

(AGIELLE) - Franco Tosi, Cova (Fim), chiesto il ritiro della procedura di mobilità
08/05/2015

(AGIELLE) - Milano - Ieri pomeriggio si è tenuto al Mise l'incontro su futuro della Franco Tosi.  Ermanno Cova, segretario regionale Fim Lombardia che segue la trattativa, dichiara: "Abbiamo ribadito di voler evitare a ogni costo il fallimento e richiesto al commissario il ritiro della procedura di mobilità, sulla quale si aprirà il confronto con la riunione di martedì 12 maggio. Abbiamo introdotto alcuni chiarimenti interpretativi all'accordo, in particolare il riconoscimento dell'anzianità convenzionale per tutti gli assunti. In aggiunta all'applicazione della precedente normativa già definita, di mantenimento delle garanzie dell'articolo 18 in caso di licenziamento disciplinare, si introduce una tutela risarcitoria ai livelli massimi previsti, pari a 24 mensilità. Alla nostra richiesta di revoca della procedura di licenziamento ci è stato risposto che questo sarà possibile solo al raggiungimento di un accordo. Il commissario e il giudice delegato hanno prospettato, in caso di mancato perfezionamento dell'accordo di cessione a Presezzi, la possibilità di una conversione in fallimento prima del termine del 29 giugno, prospettiva che a nostro giudizio deve essere assolutamente scongiurata. Ci auguriamo che le riflessioni che si apriranno coi lavoratori ci consentano di confermare una possibile soluzione condivisa”. - (agiellenews.it)

(AGIELLE) Alcatel Lucent, Redaelli (Fmi Cisl), accordo raggiunto evitati in extremis i licenziamenti
08/05/2015

(AGIELLE) - Milano - Ieri pomeriggio è stato raggiunto un accordo, presso il ministero del Lavoro, a conclusione della procedura di mobilità avviata da Alcatel Lucent lo scorso 20 febbraio. L’intesa  prevede: l'utilizzo da parte dell'azienda di un periodo di cassa integrazione in deroga a zero ore di cinque mesi, a partire dal 7 maggio, per 24 lavoratori, che sono il numero residuo di esuberi dello Shift Plan;  i lavoratori che aderiranno alla mobilità entro il 7 luglio avranno un incentivo pari a quanto erogato finora (26 mensilità col minimo di 70000 euro + preavviso + indennità di mobilità); i lavoratori che hanno già concordato l’uscita in mobilità, in aggiunta all’incentivo previsto, riceveranno una quota pari a 5 mensilità dell’indennità di cassa integrazione. La cassa integrazione in deroga non prevede l’anticipo dell’indennità economica da parte dell’azienda, pertanto, per ovviare ai tempi lunghi di erogazione da parte dell’Inps è possibile ricorrere al meccanismo dell’anticipo sociale, tramite il quale questa indennità viene anticipata dalle banche.
Durante la cassa integrazione in deroga, si continueranno ad utilizzare gli stessi strumenti per la ricollocazione interna ed esterna, nonché per la riqualificazione professionale, fin qui utilizzati. "E' stato raggiunto un accordo che in extremis evita i licenziamenti e che dà un ulteriore margine di tempo per la ricerca di una soluzione lavorativa per ciascun lavoratore e lavoratrici - afferma Gigi Redaelli, della Fim Monza Brianza e Lecco - La mobilitazione dei lavoratori di tutte le sedi Alcatel-Lucent, fatta di scioperi, manifestazioni, presìdi e coinvolgimento delle istituzioni locali e nazionali, continuata anche in questi giorni con il presidio dei lavoratori in Cigs e dei delegati sindacali davanti alla sede di Vimercate, ha permesso di raggiungere un  risultato tutt'altro che scontato". - (agiellenews.it)

UFFICIO LEGALE CISL: APERTO SPORTELLO A BOLLATE
08/05/2015

L'ufficio tecnico-legale della Cisl ha aperto uno sportello presso la sede della Fnp (pensionati) di Bollate, in via Garibaldi 3 (vicino alla stazione ferroviaria di Bollate Centro del Passante). Il servizio sarà attivo ogni martedì, dalle 14.30 alle 17.30, alla presenza di un avvocato e fornirà un "pacchetto" di prestazioni, tra cui la tutela individuale dei lavoratori nelle vertenze contro i datori di lavoro, la consulenza per il controllo delle buste paga e competenze di fine rapporto, l'assistenza sull’interpretazione delle leggi e dei contratti di lavoro.

LAVORO - CERCO E OFFRO PER BIOLOGI
11/05/2015

 Il mondo del lavoro è in continua evoluzione e la figura del biologo sta diventando sempre più strategica all’interno delle imprese. Il problema, tuttavia, è quello di riuscire a mettere in contatto la singola impresa con il biologo che abbia la preparazione professionale adeguata a risolvere esigenze specifiche.

Ecco allora che l’Ordine Nazionale dei Biologi scende in campo per favorire l’incontro tra i biologi e il mondo del lavoro, per contribuire a creare occupazione, mettendo a punto un database in grado di  rispondere alle richieste di chi cerca lavoro e di chi lo offre. Gli iscritti all’ordine potranno infatti compilare una scheda on-line con i propri dati, allegare il curriculum e scegliere alcune aree di competenza. Successivamente l’ONB provvederà a invitare le aziende pubbliche e private a utilizzare questo strumento per cercare il lavoratore che risponde alle loro esigenze. La qualità della ricerca ne trarrà beneficio e l’azienda potrà identificare in maniera certa e rapida un professionista ben profilato, con le caratteristiche desiderate, proveniente da un determinato territorio e in possesso di eventuali titoli formativi opzionali.

“Negli incontri con i nostri iscritti è emerso come la fase più delicata nell’approccio al mondo del lavoro, per i biologi, sia quella dell’incontro tra domanda e offerta. Un problema diffuso, ma che nel nostro settore risulta accentuato dal fatto che il professionista potrebbe essere penalizzato dalla limitata evidenza che hanno le offerte di lavoro: sia perché si tratta di mestieri poco noti, sia perché le declinazioni di questa professione sono molte. Questa poliedricità è senza dubbio un valore, ma chi risponde a un annuncio destinato genericamente a un biologo spesso si accorge in seguito che non c'è corrispondenza tra ciò che lui ha da offrire e ciò che le aziende stavano cercando”, spiega Ermanno Calcatelli, Presidente dell’Ordine Nazionale dei Biologi.

L’iscrizione al database è gratuita per tutti gli iscritti, il servizio è già operativo, bisogna solo inserire i dati corretti. Sarà poi l’azienda a contattare il candidato che fa per lei. Per info:www.onb.it.

BENTIVOGLI, FIM: OTTIMA NOTIZA LA CONVERGENZA DEL SINDACATO SU FRANCO TOSI
19/05/2015

"La convergenza raggiunta da tutte le organizzazioni dei metalmeccanici per il rilancio della FRANCO TOSI è non solo un risultato importante, ma il segno tangibile che quando ci si concentra sul salvataggio di una fabbrica e si mettono via schemi i ideologici velleitari si è insieme più forti ed efficaci.
Dopo un avvio con impostazione sbagliata, ritengo che lo spirito di concretezza che è stato messo in campo in Lombardia sarebbe utile ad altri livelli, dove per esigenze di visibilità mediatica si barcolla tra velleitarismo e sconfittismo disperato". Lo ha detto il segretario generale della Fim Cisl, Marco Bentivogli.


"Nel 1978 Lama disse che con 1milione e 600 mila disoccupati, il sindacato deve sacrificare ogni altro obiettivo alla lotta alla disoccupazione. Incredibile che oggi, con oltre 3 milioni di disoccupati, c’è ancora una parte del sindacato che dopo 38 anni si ostina nella scelta tra lavoro e salvarsi la coscienza a scegliere la seconda strada" ha concluso Bentivogli.


 

(AGIELLE) - Infortuni: Galvagni, esperienza di Expo utile per la tutela dei lavoratori
12/05/2015

(AGIELLE) - Milano - “I dati relativi agli infortuni sul lavoro nei cantieri Expo, chiusi ufficialmente a fine aprile, ci dicono che, quando i controlli sono sistematici e c’è la presenza delle organizzazioni dei lavoratori le cose vanno molto meglio”. A parlare è il segretario milanese della Cisl Danilo Galvagni, in occasione della giornata dedicata alla prevenzione. “Verifiche settimanali, cantiere per cantiere, controlli incrociati con la Asl, un lavoro sistematico che ha evitato anche l’impiego di strumenti pericolosi e ha consentito l’utilizzo dei dispositivi antinfortunistici. E’ stato d’aiuto il rapporto consolidato con l’ente bilaterale del settore dell’edilizia nel quale imprese e sindacato hanno lavorato a lungo. Bisogna tener conto che nei cantieri dei 15 grandi appalti e negli altri 53 dei padiglioni stranieri erano al lavoro, alla fine, tra operai e tecnici 3000 persone. 111 incidenti, per lo più di lieve entità, in tre anni di lavori. Nessuno mortale, il più grave ha richiesto 90 giorni di prognosi. Un quadro interessante che ci deve spingere a non abbassare la guardia, anche in vista dei lavori di smantellamento dei padiglioni, e a considerare l’esperienza di Expo come una occasione pilota nella tutela dei lavoratori, sia per i grandi eventi che per il settore dell’edilizia, purtroppo sempre esposto agli incidenti”. - (agiellenews.it)

(AGIELLE) - Lavoro: Galvagni (Cisl), controlli e progettazione insieme, per limitare incidenti
17/05/2015

(AGIELLE) - Milano - “Le carte vincenti per limitare gli incidenti sul lavoro si chiamano collaborazione, controlli e progettazione", a dirlo è Danilo Galvagni, segretario milanese della Cisl, nella giornata dedicata alla sicurezza sul lavoro. "E solo il rigore nella gestione del lavoro e dei subappalti può dare risultati utili. Ieri si è inaugurata la Tangenziale Esterna di Milano, opera importante, ed è stato ricordato l'operaio di ventuno anni che è morto nel cantiere all'inizio di aprile. Dunque la guardia deve essere alta e il modello può essere quello del grande cantiere Expo, 15 grandi appalti, 53 padiglioni realizzati anche coi paesi esteri, con 3000 operai e tecnici al lavoro e nessun incidente mortale. E allora, senza sconti, andiamo avanti nella collaborazione con Asl, Inail, Direzione Territoriale del Lavoro e amministrazioni locali, perchè il lavoro è determinante ma la vita di ciascuno è sacra", conclude Galvagni. - (agiellenews.it)

SCUOLA: DOMANI ASSEMBLEE E PRESIDI IN TUTTA LOMBARDIA
18/05/2015

. Per tutta la giornata di domani, di mattina o pomeriggio a seconda dei territori, i lavoratori della scuola e i sindacati di categoria Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Gilda Unams saranno in assemblea e presidio davanti a tutte le Prefetture della Lombardia, per ribadire le loro richieste di modifica alla riforma della scuola del governo Renzi. A Brescia il presidio si svolgerà mercoledì 20 maggio. Già da oggi, invece, a Milano, flash mob permanente “Non farti piovere addosso la buona scuola, apri anche tu l'ombrello!”, replicato domani e mercoledì, sempre  alle 14.30 davanti alla Prefettura (in Corso Monforte).

Per domani pomeriggio, alle ore 16, i sindacati sono stati convocati dal direttore dell'Ufficio scolastico regionale, Delia Campanelli.  

Nel corso dei presìdi e assemblee sarà distribuita la lettera rivolta a tutti i parlamentari lombardi e alle famiglie degli studenti, in cui si rimarcano le ragioni della mobilitazione: l'urgenza di un piano di assunzioni che soddisfi le legittime aspettative di migliaia di precari esclusi da quanto prevede l'attuale stesura della legge; il rifiuto di un modello di governo della scuola centrato su prerogative del dirigente enfatizzate a scapito della collegialità e della dimensione cooperativa; la salvaguardia delle prerogative contrattuali su materie che investono aspetti normativi e retributivi del rapporto di lavoro; l'esclusione di soggetti non adeguatamente qualificati nelle sedi di valutazione ai fini della conferma in ruolo e della valorizzazione professionale; la necessità di ascolto reale e non virtuale sull'impianto della riforma stessa.

 

I PRESIDI/ASSEMBLEE DAVANTI ALLE PREFETTURE IN LOMBARDIA

 

Bergamo: 19/5 ore 15-18 presidio in Prefettura  

Brescia: 20/5 ore 16-18 presidio in Prefettura  

Como: 19/5 ore 8-11 presidio in Prefettura  

Cremona: 19/5 ore 8-11 presidio in Prefettura  

Lecco: 19/5 ore 8-11 presidio in Prefettura  

Lodi: 19/5 ore 8-11-19 presidio in Prefettura  

Mantova: 19/5 ore 8-11 presidio in Prefettura  

Milano: 19/5 ore 14.30-17.30 presidio in Prefettura  

Monza: 19/5 ore 8-11 presidio in Prefettura  

Pavia: 19/5 ore 17.30-19 presidio in Prefettura  

Sondrio: 19/5 ore 17-18.30 presidio in Prefettura  

AL VIA CONCORSO CISL PER GLI STUDENTI DELLE SCUOLE MEDIE “ACQUA FONTE DI VITA”
18/05/2015

Anteas regionale, sostenuta da Fnp, Cisl Scuola e Cisl Lombardia, promuove il concorso regionale “Acqua fonte di vita”, rivolto alle classi 1° 2° e 3° di scuola secondaria statale o paritaria di primo grado.


Il concorso è finalizzato a sensibilizzare le giovani generazioni al valore dell’acqua, attraverso elaborati da cui dovrà emergere chiaramente il tema della sostenibilità nell’uso delle risorse idriche, approfondendo le seguenti tematiche: l’uso e consumo delle risorse idriche del proprio territorio, nell’ambiente familiare e scolastico; rilevazione del grado di inquinamento dei corsi d’acqua e di altri bacini idrici; sviluppo di nuovi modi che invitino i giovani a diventare testimonial e custodi di una cultura di rispetto ambientale.


I lavori potranno essere presentati liberamente come testi arricchiti da immagini, ipertesti, testimonianze, rappresentazioni teatrali, racconti fotografici e video e dovranno essere prodotti in formato compatibile con i più diffusi sistemi di lettura e riproduzione. La durata dei video o delle rappresentazioni, non dovrà superare i 15 minuti. Alle classi degli otto lavori selezionati dalla Commissione, la Cisl Lombardia donerà alcuni strumenti tecnologici per la didattica.


Le classi che intendono partecipare al concorso dovranno compilare la scheda di iscrizione che si trova sul sito www.lombardia.cisl.it e spedirla all’indirizzo mail pensionati_lombardia@cisl.it entro il 5 giugno 2015.


Il termine ultimo per l’invio dei lavori è il 15 ottobre 2015. La consegna dei premi, con la presentazione degli elaborati, si terrà presso l’auditorium di Cascina Triulza Expo il 23 ottobre 2015. In tale occasione, saranno invitati 80 tra alunni e insegnati delle scuole premiate. A seguire, alunni e insegnanti saranno accompagnati dai volontari Anteas in una visita dei padiglioni di Expo.

SAN RAFFAELE E HUMANITAS: ACCORDI SULLA PRODUTTIVITA'
24/05/2015
Dopo anni di sofferenze per i lavoratori della sanità privata legate al blocco contrattuale, alla contrazione dei contributi regionali e alla crisi generale del Settore finalmente si sono raggiunti due importanti accordi in due Istituti di Ricovero e Cura di Carattere Scientifico quali l’IRCCS Istituto Clinico Humanitas e, appunto, l’IRCCS Ospedale San Raffaele~
All’Humanitas - commenta Angelo Sangiovanni Segretario della Cisl FP di Milano Metropoli -~è stato siglato un importante accordo insieme a Cgil e Uil di categoria, legato alla produttività per l’anno 2015, che, dopo la decurtazione avvenuta negli anni 2013 e 2014,~ incrementa le risorse disponibili. L’accordo biennale (2015-2016) consentirà inoltre a molti lavoratori di beneficiare sia dell’incremento aggiuntivo messo a disposizione per il 2016, sia del passaggio nella fascia di anzianità superiore. A questo accordo si aggiunge anche un piano Welfare aziendale che porterà ulteriori benefici.
Al San Raffaele – prosegue Sangiovanni - dopo la crisi aziendale che aveva portato l’azienda sull’orlo del fallimento e alla sottoscrizione di un accordo di solidarietà  i dati positivi del bilancio hanno permesso di prevedere l’erogazione, dopo due anni di sacrifici economici, di un premio di produttività per il 2015. Si è inoltre ridotto di 1 €  il costo del pasto nella mensa aziendale. Altra importante novità sarà la cessazione dal 1° luglio 2015 della trattenuta mensile a carico dei lavoratori effettuata in virtù dell’accordo siglato a maggio 2013
L’accordo, siglato da FP Cgil - Cisl FP - Uil FPL – Ugl – Usis -Las e Fials ed è stato approvato dall'asemblea dei lavoratori
 
INPS: PRESENTAZIONE DEL RENDICONTO DEI SERVIZI RESI A CITTADINI E IMPRESE
21/05/2015

L’INPS in collaborazione con Assolombarda presenta: INPS 2014 - Rendiconto servizi resi a cittadini e imprese


Milano, 29 maggio 2015 - ore 9.30
Assolombarda - Auditorium Gio Ponti

PROGRAMMA
9.15 Registrazione partecipanti
9.30 Michele Angelo Verna, Direttore Generale Assolombarda
9.40 Antonio Maria Di Marco Pizzongolo, Direttore area metropolitana di Milano
Presentazione attività 2014 “produzione e comunicazione”
10.00 Antonio Pone, Direttore regionale Lombardia - Presentazione attività 2014 “partnership, personale e infrastrutture”
10.20 Tito Boeri, Presidente Inps - "Prendersi in mano il futuro"
10.45 Tavola rotonda “Il punto di vista dei partners istituzionali”:
- Valentina Aprea, Assessore Istruzione Formazione e Lavoro Regione Lombardia
- Graziano Gorla, per le Segreterie provinciali CGIL CISL UIL
- Remo Guerrini, Rappresentante provinciale Centro Patronati CE.PA.
- Valeria Innocenti, Responsabile Lavoro e Previdenza Assolombarda
- Marco Accornero, Segretario generale Unione Artigiani Milano, Monza e Brianza
- Gianroberto Costa, Segretario generale Unione Confcommercio Milano-Lodi-Monza e Brianza
11.45 Antonio Pone
 

Conclusioni
Coordina i lavori: Antonio Pone
 

Info e iscrizioni: scrivere a eventi.lombardia@inps.it oppure lav@assolombarda.it

(AGIELLE) - Cisl: domani Maroni a convegno a Sondrio
21/05/2015

(AGIELLE) - Il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni e il sottosegretario di Regione Lombardia ai Rapporti con il Consiglio regionale, Politiche per la Montagna, Macroregione alpina (Eusalp), Quattro motori per l'Europa e Programmazione negoziata Ugo Parolo parteciperanno domani, venerdì 22 maggio, a Chiavenna (Sondrio), al convegno, organizzato da Cisl delle Alpi - Sondrio, 'Insieme più forti: dialogo sociale e contrattazione bilaterale Italia-Svizzera'. Domani il comvegno si tiene alle ore 14.45 nella Sala Cine Teatro Vittoria (via Picchi, 2 - Chiavenna/So)

(agiellenews.it)

SCUOLA, FURLAN: CONTO SU SENSIBILITA' SENATORI PER CAMBIARE QUELLO CHE NON VA NEL DDL
26/05/2015

"Il Senato deve valutare con attenzione le proposte del sindacato per modificare il disegno di legge sulla scuola per il quale è necessario anche il senso di responsabilità del governo". Così il Segretario generale della Cisl a margine dell'assemblea di Banca d'Italia. 

"Conto molto sull'audizione al Senato, sull'attenzione che i senatori avranno rispetto alle nostre proposte per modificare il ddl. Dopo di che ci incontreremo a Palazzo Chigi". Lo ha detto il segretario generale della Cisl Anna Maria Furlan a proposito della riforma della scuola, a margine dell'assemblea di Banca d'Italia. "Mi auguro davvero - ha continuato - che attraverso l'audizione e l'incontro successivo si riesca finalmente a cambiare quello che nel ddl non va bene e quindi a creare le condizioni per una buona scuola''.
''Bisogna usare molta responsabilità, il primo a dover usarla deve essere il governo'', ha poi concluso Furlan aggiungendo che il comitato di valutazione ''è importante ma non basta''.

 

MINISTERO DIFESA: IN SCIOPERO GLI ADDETTI TERZIARIO, PULIZIA E RISTORAZIONE:
26/05/2015

La spending review si fa ancora pesantemente sentire nel settore dei servizi negli appalti pubblici, con devastanti effetti anche sulla qualità dell'occupazione. Lo sanno bene gli oltre 1.500 addetti ai servizi di pulizia e ristorazione in appalto del ministero della Difesa che oggi incrociano le braccia e scendono in piazza per manifestare tutto il loro dissenso contro i tagli alla spesa pubblica, che hanno di fatto comportato un drammatico mutamento dei contratti individuali di lavoro, ridotti a poche ore settimanali e solo per lo svolgimento dei servizi essenziali.

La protesta, indetta dai sindacali nazionali di categoria Fisascat Filcams Uiltucs e UIltrasporti, è stata decisa in seguito all'ultimo incontro presso il dicastero nel corso del quale è stato annunciato, per il 2015, il taglio di circa 9 milioni di euro rispetto all'anno precedente.


"Nonostante il ministero della Difesa abbia convenuto sulla gravità della situazione che coinvolge migliaia di addetti ed abbia manifestato la volontà di adoperarsi per individuare una soluzione - ha dichiarato il funzionario della Fisascat nazionale Alfredo Magnifico - crediamo sia urgente dare al più presto un concreto segnale per assicurare la continuità occupazionale e reddituale alle lavoratrici ed ai lavoratgori lavoratori impiegati nei servizi di pulizia e ristorazione in appalto, che ormai lavorano esclusivamente con contratti individuali a poche ore settimanali, con i conseguenti e inevitabili tagli sui salari".
 

SETTORE ALIMENTARE: APPROVATE LE PIATTAFORME PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO NAZIONALE
27/05/2015

L'Assemblea nazionale delle delegate e dei delegati, convocata da Fai, Flai e Uila nazionali a Cervia nei giorni 25 e 26 maggio 2015, ha discusso e approvato le piattaforme di rinnovo dei CCNL Industria e Cooperazione alimentare.

 

L'Assemblea Nazionale è il risultato delle assemblee che si sono svolte nei luoghi di lavoro e che hanno coinvolto oltre 190.000 lavoratori, registrando un consenso dei partecipanti del 96,7% sulle piattaforme, attraverso un percorso di consultazione arricchito dal dibattito svoltosi negli attivi unitari regionali, negli ordini del giorno e nelle raccomandazioni approvati dagli stessi.

 

La discussione di questi due giorni ha fatto emergere un chiaro apprezzamento per le proposte contenute nelle piattaforme che tendono a rafforzare il carattere solidaristico dei CCNL a favore di tutte le lavoratrici e i lavoratori del settore.

 

Le piattaforme confermano la funzione regolatrice generale del CCNL e vogliono essere anche un contributo allo sviluppo, al rilancio e all'innovazione del settore agroalimentare, che ha reagito meglio di altri settori alla crisi, valorizzando il patrimonio professionale ed i processi di qualità.

 

In un contesto europeo nel quale prevalgono strategie di risanamento non sempre coniugate con politiche economiche di sviluppo, la politica e la dinamica del salario devono contribuire all'espansione della domanda interna ed a contrastare le pressioni deflattive dell'economia nazionale, stimolare la competitività delle imprese e la loro capacità di creare lavoro stabile e qualificato, accompagnando una coerente crescita del Paese.

 

In tal senso i principali obiettivi che Fai, Flai e Uila, attraverso le piattaforme approvate oggi, intendono perseguire nei rinnovi contrattuali sono:

 

- il rafforzamento della capacità dei Contratti Nazionali di omogeneizzare e consolidare i diritti attraverso la contrattazione includendo dentro la copertura contrattuale tutti i lavoratori presenti sul luogo di lavoro. Ordinare la flessibilità del lavoro anche mediante un forte sostegno alla stabilizzazione, incrementando la formazione continua come diritto certo e condiviso;


- la volontà di estendere l'attuazione della contrattazione di secondo livello soprattutto al fine di diffondere la contrattazione collettiva nelle imprese che ne sono prive;

 

- la volontà di affrontare le conseguenze del mutato quadro previdenziale, rivendicando contrattualmente forme di tutele integrative alla previdenza pubblica;

 

- il rafforzamento del ruolo contrattuale degli strumenti della bilateralità;

 

- l'attenzione posta alla persona e alla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro attraverso il welfare contrattuale e quindi l'ampliamento del sistema dei diritti e delle tutele;

 

Infine l'Assemblea Nazionale ha sottolineato l'importanza di proseguire nel percorso di coinvolgimento dei lavoratori già iniziato con la fase di consultazione, al fine di giungere ad un positivo e rapido rinnovo dei contratti.

(AGIELLE) - Lavoro, Bentivogli (Fim Cisl): attendiamo segnale forte su contratti nazionali
28/05/2015

(AGIELLE) - Da tempo chiediamo di rafforzare il secondo livello e di legarlo, come stiamo facendo in FCA, a produttività, sostenibilità e organizzazione lavoro. Squinzi sa bene che la bassa produttività e l’alto CLUP (costo del lavoro per unità di prodotto) non è dovuto ai salari che sono semmai tra i più bassi d’Europa. La sfida della produttività si vince insieme, favorendo investimenti, innovazione organizzativa e di processo, formazione di alto contenuto professionale e sciogliendo tutti i deficit di sistema attorno all’impresa (energia, materie prime, infrastrutture, credito, burocrazia, etc.) su cui il Governo ancora stenta. In questo paese troppi sostengono, il rafforzamento del secondo livello, solo a parole: in troppe aziende, ogni giorno, le direzioni aziendali inviano disdette e cancellazioni della contrattazione aziendale esistente. Anche il Governo, dal canto suo, ha annullato la detassazione sosteneva il salario aziendale di produttività. Dalle parole di Squinzi non è arrivato, ma confidiamo nelle prossime ore, un segnale forte su due temi: 1) l’apertura di un confronto serrato per la ridefinizione di un modello contrattuale 2) un segnale forte di ed univoco su modalità e volontà per tutte le categorie industriali che spinga verso positivi rinnovi dei contratti nazionali di categoria. Aver rinnovato i Contratti Nazionali, anche negli anni di crisi, ha rappresentato un investimento reciproco nella coesione. Speriamo che Confindustria voglia riconfermare questa impostazione, pena altrimenti, la deflagrazione del sistema di relazioni industriali e l’implicito invito a regolare con la sola conflittualità i rapporti tra le parti.  

(agiellenews.it)

IKEA: IL GRUPPO SVEDESE DISDETTA LA CONTRATTAZIONE INTEGRATIVA AZIENDALE
29/05/2015

Salta l'ingranaggio contrattuale che finora ha tenuto insieme i pezzi delle relazioni sindacali con l'azienda svedese Ikea che ha deciso di annullare unilateralmente la contrattazione integrativa applicata agli oltre 6.000 dipendenti dei 21 punti vendita italiani. Una decisione, quella del gruppo, che arriva proprio nella fase iniziale dei negoziati di rinnovo del contratto integrativo aziendale e alla quale i sindacati di categoria Fisascat Cisl, Filcams Cgil e Uiltucs rispondono con la proclamazione dello stato di agitazione ed un pacchetto di 16 ore di sciopero - 8 a livello territoriale e 8 a livello nazionale - decisi oggi al termine del coordinamento unitario convocato a Firenze.


"Si tratta di un atto incomprensibile e spropositato - ha affermato il segretario nazionale della Fisascat Vincenzo Dell'Orefice - in quanto il negoziato è solo alle battute iniziali". Infatti, in occasione degli ultimi incontri di trattativa, la direzione aziendale ha sottoposto ai sindacati delle proposte tese a modificare la struttura del salario aziendale, sulle quali, sia pure a livello interlocutorio, si sono potute apprezzare delle posizioni argomentate da parte di Fisascat, Filcams e Uiltucs.


"Per quel che ci riguarda - ha aggiunto Dell'Orefice - gli incontri già programmati per il 12 e 25 giugno restano confermati; in quella sede faremo quanto è necessario per ridare alle lavoratrici ed ai lavoratori un contratto integrativo capace di valorizzare il loro prezioso contributo professionale". "Auspico che anche per Ikea il riconoscere un congruo trattamento sia in termini economici che normativi a quanti con il proprio apporto quotidiano le consentono di affermare un'indiscussa leadership commerciale - ha concluso il sindacalista - sia un obiettivo da perseguire in questa tornata negoziale".

 

Ufficio Stampa Fisascat Cisl Nazionale

(AGIELLE) Cisl: Furlan, da nuovo modello contrattuale una spinta a salari e produttività
30/05/2015

(AGIELLE) "Dal nuovo modello contrattuale una spinta a produttività e salari". E' il titolo che Il Sole 24 Ore dà all'esauriente intervista al segretario generale Cisl, Annamaria Furlan: " Sono d'accordo con Squinzi, è il momento di rivedere il modello contrattuale per aggiornare l'attuale rispetto alle sfide che il Paese ha avanti. Abbiamo perso 25 punti di produzione, la produttività non cresce da anni, la riforma serve la competitivitò delle imprese e del sistema industriale". Furlan conferna così la volontà della Cisl di accelerare il confronto tra le parti sociali e indica la direzione di marcia: "Bisogna rafforzare la sede principale della contrattazione di produttività, il 2ndo livello, aziendale o territoriale". Questo, prosegue il segretario Cisl, di traduce in "cambiare le relazioni industriali in senso partecipativo, introdurre la responsabilità nel rapporto tra impresa e lavoratore".

(agiellenews.it)

2020
2019
2018
2017
2016
2015
2014
2013
2012