NEWS
2020
ISTITUTO MAUGERI - Siglato contratto dirigenza medica. Mazzacane (Cisl Medici): Risultato notevole
03/08/2020

Cisl Medici ha sottoscritto insieme alle altre sigle sindacali il 1° contratto collettivo nazionale di lavoro della dirigenza degli Istituti Clinici Scientifici Maugeri, valevole per il triennio 2020-2022.

“Si tratta di un risultato di notevole rilievo - spiega Danilo Mazzacane, segretario generale Cisl Medici Lombardia delegato alla trattativa dalla segreteria nazionale  Cisl Medici - in quanto l’azienda aveva disdettato il contratto nazionale di lavoro pubblico, decidendo  di applicare dal gennaio 2018 il contratto della sanità privata”.

Già nel 2015 la Cisl Medici, con gli altri sindacati, aveva con determinazione ed impegno mantenuto il contratto della sanità pubblica, a seguito delle note vicende che avevano interessato la Fondazione Maugeri, salvando il  posto di lavoro dei medici e di tutto il personale, permettendo alla azienda di realizzare il concordato preventivo.

“In quell’occasione i medici e tutto il personale  avevano accettato un sacrificio economico rilevante, pur di mantenere in vita le strutture sanitarie di eccellenza presenti sul territorio nazionale - ricorda Mazzacane -. Il successivo cambiamento strutturale dell’azienda, che a seguito di manovre finanziare ha assunto una nuova veste di natura privata, la ICS Maugeri, ha implicato l’applicazione  del contratto della sanità privata”.

 

Pertanto, sottolinea la Cisl Medici Lombardia, è da considerare un risultato rilevante il lavoro svolto dai sindacati per arrivare a realizzare un “nuovo ed  inedito contratto Maugeri” che mantiene: la specificità della dirigenza sanitaria, l’indennità di esclusiva, il ristoro degli arretrati, l’omogeneità del tabellare, la libera professione, e l’attività di  di ricerca.

 

“La parte normativa è stata “ricamata” in maniera tale da renderla vicina il più possibile al contratto nazionale pubblico, con particolare attenzione alle relazioni sindacali, all’informazione ed alla ricerca delle migliori qualità delle condizioni di  lavoro - conclude Mazzacane -. Lodevole da parte di Ics Maugeri la corresponsione alla dirigenza sanitaria, con fondi propri, di una premialità per l’impegno per l’emergenza Covid. Interessante, infine, anche il piano di rilancio aziendale prospettato, anche in considerazione del superamento dell’emergenza Covid”.

AIRPORT HANDLING - Presidio dei lavoratori a Linate
06/08/2020

PRESIDIO ORGANIZZATO DA FILT/CGIL, FIT/CISL, UILTRASPORTI A LINATE A DIFESA DEI LAVORATORI DI  AIRPORT HANDLING.

VENERDI' 7 AGOSTO, DALLE 10 ALLE 12, AREA ARRIVI, LINATE

Con la decisione di Alitalia di rimettere in discussione il contratto commerciale con Airport Handling (AH) sui voli di Linate si mettono a rischio il posto di lavoro della stragrande maggioranza dei lavoratori di AH.

Oltretutto , cosa che riteniamo inaccettabile, Alitalia invece di utilizzare solo proprio personale interno si è già rivolta sul mercato per l’assunzione di 30 tempi determinati, precarizzando ulteriormente un settore molto difficile.

Le OO.SS. esprimono tutta la loro forte preoccupazione e il proprio disaccordo rispetto a questa operazione che Alitalia intende mettere in atto ,perché l’operazione di rilancio della compagnia aerea non si deve tradurre in un processo di precarizzazione e cannibalizzazione del settore aeroportuale nel suo complesso.

Filt/Cgil , Fit/Cisl e Uiltrasporti hanno organizzato un presidio dei lavoratori il giorno 07 agosto 2020 p.v dalle ore 10.00 alle ore 12.00 all’ingresso dell’area arrivi , per manifestare contro questa decisione.

2020
2019
2018
2017
2016
2015
2014
2013
2012