MERCATO DEL LAVORO
OCCUPAZIONE

Milano resta locomotiva, ma non mancano criticità

La realtà multiforme del mercato del lavoro milanese: a confronto all'Umanitaria sindacati, imprese, istituzioni. 

COMUNE DI MILANO - CITTA' METROPOLITANA - CGIL, CISL, UIL - ASSOLOMBARDA - CONFCOMMERCIO - UNIONE ARTIGIANI - SOCIETA' UMANITARIA

Mercoledì 27 novembre 2019, alla Società Umanitaria si è svolto il primo “Forum annuale sul mercato del Lavoro”, un’iniziativa sperimentale nata da un protocollo d’intesa promosso da Società Umanitaria, ente storico attivo nel campo del lavoro e del sociale da più di un secolo, a cui hanno aderito il Comune di Milano; la Città Metropolitana di Milano; Assolombarda Confindustria Milano, Monza e Brianza, Lodi; Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza; Unione Artigiani della Provincia di Milano e di Monza Brianza; Cgil Milano, Cisl Milano Metropoli e Uil Milano e Lombardia. Ai lavori della mattinata ha partecipato anche la Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza, Lodi.

I relatori e i soggetti coinvolti hanno tutti sottolineato come, pur in un quadro macro economico generalizzato di rallentamento (a livello mondiale, europeo ed italiano) il “modello Milano” funziona (export, import, turismo sono in crescita, il 33% delle aziende multinazionali presenti in Italia sono a Milano, città che ospita anche il 20% delle start up innovative). L’imprenditoria milanese si conferma in salute e dinamica: Milano conta  306.233 (37% del totale regionale e il 6% del totale nazionale) tra cui emerge l’affermazione di nuove forme di imprenditoria, come quella femminile (il 17,7%), quella giovanile (il 7,7%) e quella straniera (il 16,3%), in crescita con ritmi superiori alla media. La forte vocazione all’imprenditorialità risulta evidente anche dal rapporto tra “nati-mortalità delle imprese” che registra sempre un saldo positivo di 1.611 imprese (4.445 nuove iscrizioni e 2834 cessazioni nel 2019) cessazioni nel 2019, un dato che va però scandagliato rispetto al fenomeno dell’auto imprenditorialità individuale)

Anche da un punto di vista del mercato del lavoro, Milano e il territorio circostante sta vivendo una prolungata fase di espansione, testimoniata anche dai dati dell’ISTAT che evidenziano come l’occupazione sia aumentata nel corso dell’ultimo quinquennio del 6,8% a fronte del 4,4% della Regione Lombardia.

In questo quadro positivo, sono comunque state evidenziate delle criticità. In primis si è evidenziato come nell’incremento occupazionale aumentano elementi di precarietà anche dal punto di vista salariale. Continua inoltre a sussistere, data la fluidità e la continua innovazione tecnica del mondo del lavoro,  uno scollamento tra domanda ed offerta del lavoro. Questo rende necessario un maggiore raccordo tra il sistema formativo professionale, scolastico ed universitario e il mondo dell’impresa, provando a creare un sistema di governance più organico, allineando le due filiere della formazione e della domanda delle competenze.
 

27/11/2019
None