IMMIGRATI
MOBILITAZIONE

People, mettere al centro le persone

Il 2 marzo mobilitazione a Milano per i diritti, contro il razzismo e le discriminazioni. Sindacati, associazioni, organizzazioni umanitarie: "Sarà una festa per l'inclusione".   

People, prima le persone: è questo lo slogan della manifestazione che sabato 2 marzo attraverserà Milano per dire si ai diritti e all'inclusione e no al razzismo.

Il corteo - organizzato da una rete che raccoglie sindacati, associazioni, organizzazioni umanitarie, realtà della società civile - partirà alle ore 14 da Corso Venezia e si concluderà in piazza Duomo . 

“Aderiamo alla manifestazione – spiega Maurizio Bove, presidente di Anolf e responsabile del Dipartimento immigrazione della Cisl milanese - perché, come sindacato, ci battiamo quotidianamente per l’integrazione di tutti i cittadini e contro ogni forma di discriminazione. La sicurezza e la legalità si  garantiscono  attraverso leggi e politiche che favoriscono ingressi legali e inclusione, non alzando barriere inutili e inefficaci. Siamo contrari alle scelte in materia di immigrazione  fatte in questi ultimi anni e mesi dalla politica. Scelte che hanno solo generato clandestinità e illegalità”. 

Milano si prepara alla grande festa in difesa dei diritti di tutte le persone PEOPLE – PRIMA LE PERSONE, Milano 2 marzo
28 febbraio 2019 A due giorni dalla manifestazione nazionale del prossimo 2 marzo convocata a Milano, il comitato promotore di People – Prima le Persone torna a fare il punto sul numero delle adesioni all’appello che dalla sua presentazione lo scorso 17 gennaio ha raccolto decine di migliaia di adesioni, sia attraverso la piattaforma a esso dedicata sia attraverso il tam tam sui social, coinvolgendo persone e associazioni distribuite dal Nord al Sud d’Italia.
«Siamo stati travolti da una incredibile ondata di partecipazione che è andata ben aldilà delle nostra aspettative. Aspettiamo a Milano delegazioni da tutta Italia per dare vita a una bella giornata di mobilitazione dove tutti si sentiranno parte di una grande comunità che rispetta e valorizza le differenze e si prende cura di tutti», così commenta l’antivigilia della grande manifestazione Daniela Pistillo presidente del Comitato Insieme Senza Muri nato in occasione della marcia del 20 maggio 2017. Una grande festa che parte con il concentramento alle ore 14:00 in Palestro, angolo Corso Venezia (MM Porta Venezia) e che terminerà con un flash mob in piazza Duomo nel tardo pomeriggio.

Promotori e rappresentanti delle istituzioni
Aprirà il corteo il carro di People che diffonderà la colonna sonora, tenuta insieme da People have the Power di Patti Smith, seguito dallo striscione di People sostenuto dai ragazzi del CNGEI (Associazione Scout Laica) della sezione di Milano e nazionale.
Di seguito cammineranno insieme diverse associazioni a tutela di tutti i diritti dei bambini, quali Mamme per la pelle, CIAI, Coro dei leoni, Mamme a scuola, Ledha, L'Abilità, AllegroModerato, Libera, oltre che gruppi di persone con disabilità, a segnare il punto sulla rivendicazione del riconoscimento dei diritti di tutti e in particolare dei più fragili, spesso vittime di atteggiamenti discriminatori alimentati anche dalle politiche di questo governo.

Sarà un corteo allegro, senza bandiere di partito ma tanti sono i rappresentati anche delle istituzioni che hanno dato l’adesione alla manifestazione, primo fra tutti il Sindaco di Milano Giuseppe Sala, lo stesso Pierfrancesco Majorino, oltre che i rappresentanti di CGIL, CISL e UIL, Maurizio Landini, Luigi Sbarra con Andrea Cuccello (Segretario con delega all’immigrazione), Carmelo Barbagallo con Ivana Veronese (Segretaria con delega all’immigrazione), e poi ancora che l’ex presidente della Camera Laura Boldrini, il deputato Maurizio Martina, i presidenti di Regione Enrico Rossi e Nicola Zingaretti, l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Riace Maria Caterina Spanò, Sergio Cofferati, i presidenti nazionali di Acli e di Arci Roberto Rossini e Francesca Chiavacci, l’europarlamentare Elly Schlein e l’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia.

Saranno presenti oltre 20 gonfaloni di altrettanti Comuni di tutta Italia, Comuni che in oltre 700 hanno aderito all’appello di People – Prima le persone.

Dopo i rappresentanti delle istituzioni, il corteo lascerà spazio ai carri di alcuni dei 30 soggetti promotori dell’appello e della manifestazione, in particolare parteciperanno con un proprio camion i Sentinelli, i sindacati, l’ARCI, Mediterranea; United4med, Amnesty International, Emergency e l’ANPI.

Il corteo. I numeri, le persone
La lunga parata sfilerà lungo corso Venezia per raggiungere Piazza Duomo, percorrendo da San Babila via Matteotti fino in piazza della Scala.
A oggi hanno aderito a People – Prima le persone oltre 1000 organizzazioni e decine di migliaia di soggetti individuali. Persone da tutto il Paese, oltre che personaggi dello spettacolo come Lella Costa, Claudio Bisio e Roberto Vecchioni che parteciperanno alla grande festa del 2 marzo tra le vie del centro di Milano.

Le 30 associazioni promotrici di People – Prima le persone, Milano 2 marzo
ACLI MILANO, MONZA E BRIANZA – ACTIONAID – ANPI PROVINCIA DI MILANO – CNCA - COMITATO INSIEME SENZA MURI – I SENTINELLI DI MILANO – MAMME PER LA PELLE – AMNESTY INTERNATIONAL ITALIA – AMREF HEALTH AFRICA – ANOLF MILANO – ARCI MILANO, MONZA E BRIANZA E LODI- ASSOCIAZIONE AFROFASHION – GCIL CAMERA DEL LAVORO DI MILANO – CGIL – CISL – UIL – CASA DELLA CARITÀ – CIAI Centro Italiano Aiuti all’Infanzia – CISL MILANO METROPOLI – COMUNITÀ DI SANT’EGIDIO MILANO – EMERGENCY ONG ONLUS – FESTIVAL DEI DIRITTI UMANI – FESTIVAL GOES DIVERCITY – LIBERA MILANO – NOWALLS – MEDICI SENZA FRONTIERE – PASSEPARTOUT RETE DI IMPRESE SOCIALI – RAZZISMO BRUTTA STORIA – TERRES DES HOMMES – UIL MILANO E LOMBARDIA

#primalepersone #iocisarò
In allegato il testo dell'appello, a cui si può aderire anche all'indirizzo www.people2march.org 

17/01/2019
ALLEGATI
L'appello (.pdf)