ATTUALITÀ
TRENO DELLA MEMORIA

Oltre 500 studenti delle scuole lombarde ad Auschwitz con Cgil, Cisl e Uil

Oliva (Cisl): "Ai ragazzi rivolgiamo un messaggio educativo e la commozione che leggiamo ogni volta nei loro volti ci fa capire che viene recepito".

Oltre 750, fra studenti, lavoratori e pensionati, hanno preso parte al viaggio verso il campo di sterminio di Auschwitz organizzato, come ogni anno, dal Comitato “In Treno per la Memoria” di Cgil, Cisl, Uil della Lombardia. 
Il convoglio è partito il 22 marzo dalla Stazione Centrale di Milano ed è arrivato 22 ore dopo a Cracovia, in Polonia. 

Durante la prima giornata i partecipanti hanno visitato il Ghetto (ciò che ne resta) della città, dove viveva una nutrita comunità di ebrei perseguitata dai nazisti; mentre il giorno successivo è stato interamente dedicato alla visita di Auschwitz I (quello con la scritta “Arbeit macht  frei” sul cancello di ingresso) e di Auschwitz-Birkenau (il secondo campo, quello della Rampa ferroviaria, dove arrivavano i convogli carichi di deportati; delle camere a gas; dei forni crematori).   
Al viaggio hanno partecipato oltre 530 studenti delle scuole superiori dei diversi territori della Lombardia (ma anche di Parma e dalla Puglia). 

“Per noi – spiega Giuseppe Oliva, sindacalista della Cisl milanese – è un appuntamento importante che si ripete nel tempo, e lo è ancora di più oggi di fronte al rinascere, in Europa e in Italia, di ideologie razziste e neofasciste. Ai ragazzi rivolgiamo un messaggio educativo e la commozione che leggiamo ogni volta nei loro volti ci fa capire che viene recepito. Il male, ieri come oggi, è sempre presente: basta vedere quello che sta succedendo in Siria, nel disinteresse quasi generale”. 

Anche quest’anno l’iniziativa si è svolta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. Sul treno hanno viaggiato anche il musicista Davide Van de Sfroos e il fondatore del Teatro dei Burattini di Como, Dario Tognocchi: da questa esperienza ne trarranno una canzone e un film.

L’ultimo giorno è stato dedicato alla riflessione e alla presentazione dei lavori fatti nelle scuole in preparazione del viaggio. Il treno per la memoria è poi rientrato a Milano nel pomeriggio del 26 marzo. 

Tutte le foto sono di Giuseppe Oliva

29/03/2018