ATTUALITÀ
MOBILITAZIONE

Franco Tosi Legnano: manifestazione dei metalmeccanici a Roma

Gambarelli: “Ottenuto un risultato importante. Il 13 marzo tappa decisiva”. Oliva: “Adesso ci sono tutti i presupposti perchè la vicenda si chiuda come tutti speriamo”.

“Grazie al coraggio dei lavoratori che hanno ascoltato il nostro appello alla mobilitazione, oggi abbiamo ottenuto un importante risultato. Il prossimo 13 marzo è convocato un tavolo di confronto al Mise con Presezzi, il commissario della procedura, Regione Lombardia e Comune di Legnano per sbloccare definitivamente il tema dell’area industriale e rilanciare con impegni concreti la Franco Tosi di Legnano.

Ora come sindacato faremo la nostra parte, ma tutti i soggetti coinvolti, a partire da Presezzi, devono fare un passo in avanti per portare a compimento gli impegni presi e rilanciare il valore della Tosi”.

E’ quanto dichiara Christian Gambarelli, segretario generale della Fim Cisl Milano Metropoli a seguito dell’iniziativa odierna organizzata a Roma, davanti al Ministero dello Sviluppo Economico, per sbloccare la situazione della Franco Tosi e mantenere a Legnano la storica azienda meccanica dell'Alto Milanese.

"C'è indubbiamente soddisfazione per il risultato colto oggi a Roma - aggiunge Beppe Oliva, responsabile Welfare per la Cisl Milano Metropoli e punto di riferimento per il territorio dell'Alto Milanese -; diciamo che ora ci sono tutte le condizioni per tenere la Franco Tosi a Legnano. Resta il fatto, però, che dobbiamo passare dalle parole ai fatti. Dunque, avanti tutta verso il traguardo finale. Manca davvero poco".

 

01/03/2018