ATTUALITÀ
DOPO BREXIT

Milano vuole ospitare l'Agenzia europea del farmaco

Filctem, Femca e Uiltec: in Lombardia il comparto farmaceutico e delle scienze della vita è tra i principali settori produttivi e di sviluppo. Il video che presenta la città. 

Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, il sindaco di Milano Giuseppe Sala, il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni e il professor Enzo Moavero Milanesi, consigliere del premier per la promozione della città come sede dell’Agenzia europea per i medicinali, hanno presentato oggi a Palazzo Pirelli il dossier di candidatura di Milano a ospitare EMA (www.emamilano.eu).

Su You Tube il video ufficiale della candidatura

Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil: in Lombardia il comparto del farmaceutico e delle scienze della vita è tra i principali settori produttivi e di sviluppo.

Intanto c'è da registrare la presa di posizione dei sindacati di categoria. In una nota unitaria Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil Lombardia sostengono la richiesta di allocare a Milano la nuova sede ed esortano un’azione congiunta del governo e di tutte le istituzioni locali affinché si facciano promotori dell’iniziativa. La decisione sulla futura sede dell’Agenzia è fondamentalmente politica. 
Sono 38 le agenzie europee e in Italia attualmente ne sono allocate solo due, l’”Autorità per la sicurezza alimentare”, a Parma, e il “Centro per la formazione professionale” a Torino.
“Riteniamo pertanto politicamente e strategicamente importante il trasferimento – scrivono  Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil della Lombardia - poiché in Lombardia il comparto del farmaceutico e delle scienze della vita è tra i principali settori produttivi e di sviluppo”.
L'area di Milano, secondo i tre sindacati, è la più qualificata regione scientifica italiana, nella quale ha luogo circa un quarto delle ricerche e tecnologie del Paese. “La Lombardia - sottolineano - è inoltre la prima regione di concentrazione dei centri di ricerca in Italia del biotech”. “Diventa un segnale determinante e di forte impatto, quindi, che avrebbe ricadute importanti non solo per l’economia diretta – proseguono - ma anche perché l’Ema contribuisce alla promozione dell’innovazione e della ricerca nel settore farmaceutico, dando pareri scientifici alle società impegnate nello sviluppo di nuovi prodotti medicinali e assistendole nell’elaborazione di protocolli, pubblicando anche linee guida sui requisiti di prova della qualità, della sicurezza e dell’efficacia dei farmaci”.
Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil Lombardia nel sostenere l’azione finalizzata a promuovere Milano quale nuova sede, avendo tutti i requisiti che l'Unione europea chiede, auspicano che l'Agenzia Ema possa essere istituita in loco e possa assumere, pertanto, le proprie funzioni alla data del recesso del Regno Unito dall'Unione europea, consapevoli dei fattori rilevanti del lavoro che essa svolge.

25/07/2017